“Memento quia pulvis es et in pulverem reverteris”

Unknown

“Fratello mio […] pensa che tra pochi anni, e forse tra mesi o giorni diventerai putredine e vermi. Giobbe con questo pensiero si fece santo «Putredini dixi, pater meus es tu, mater mea et soror mea vermibus» (Iob. 17.4).

Tutto ha da finire; e se l’anima tua in morte si perderà, tutto sarà perduto per te.  «Considera te iam mortuum», dice S. Lorenzo Giustiniani, «quem scis de necessitate moriturum» (De ligno vitae, cap. 4). Se tu fossi già morto, che non desidereresti aver fatto per Dio?”.

(S. Alfonso de’ Liguori, Apparecchio alla morte, Cinisello Balsamo 1986, p. 42)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.