10-18 settembre: Novena in preparazione alla festa di S. Gennaro (19 setembre)

Cupola della Real Cappella di San Gennaro - Giovanni Lanfranco

Cupola della Real Cappella di San Gennaro – Giovanni Lanfranco

Oggi ha inizio la Novena in preparazione alla festa del glorioso martire San Gennaro, Patrono Principale di Napoli e dell’intera regione Campania.

Preghiamo la Misericordia di Dio di concedere anche quest’anno al popolo partenopeo la miracolosa liquefazione del sangue di San Gennaro, segno di patrocinio e protezione per il popolo partenopeo, assieme al dono di una radicale conversione a Dio, alla Sua santa Legge e al Suo Vangelo.

Sequentia

 

Salve potens urbis rector,

Salve pater et protector,

Ianuari, patriae.

 

Tu qui fidem Iesu Christi

Confitendo, suscepisti    

Lauream martyrii,

Continua a leggere

Sancta Trinitas laudetur Quae Neapolim tuetur Ianuarii Sanguine!

IMG_1886

Stamattina, intorno alle ore 10:00, in una Cattedrale di Napoli gremita di fedeli, S. Gennaro ha rinnovato il miracolo (perché tale è!!!) della liquefazione del Suo Sangue, già sparso al principio del secolo IV a Pozzuoli per testimoniare la fede in Gesù Cristo sotto la persecuzione dioclezianea.

Come cantano durante l’Ottava in onore del Santo le cosiddette “parenti” di S. Gennaro:

“E viva lu grande Iddio, Che a nuje lo destinò!”

Viva S. Gennaro!

Novena per la festa di S. Gennaro (10-18 settembre)

IMG_0685

Domani inizia la novena in preparazione alla festa del glorioso martire San Gennaro, Patrono principale dell’Arcidiocesi di Napoli e dell’intera Campania (19 settembre).

ChiediamoGli di intercedere per la nostra bella città, di proteggerla da ogni pericolo e minaccia e, in particolare, di ottenerci dalla misericordia di Dio e dal Cuore Immacolato e Addolorato di Maria numerose celebrazioni della S. Messa in rito romano antico.

Come testo della novena, si può adottare la sequenza della Messa di S. Gennaro – messale del 1962, scilicet, dal proprio dei Santi dell’Arcidiocesi di Napoli. Chi desiderasse cantarla, può adattarvi la popolare melodia dello Stabat Mater (la stessa del canto Santa Madre, deh! voi fate).

Sequentia

Salve potens urbis rector,

Salve pater et protector,

Ianuari, patriae. Continua a leggere