Sancta Trinitas laudetur!

IMG_3180

Cari Amici,

Lo scorso sabato 19 settembre, San Gennaro ha fatto il miracolo: il Suo Sangue è uscito sciolto dalla cassaforte conservata nella Real Cappella del Tesoro nella Cattedrale di Napoli. San Gennaro, però, ha fatto anche un altro miracolo: ha donato al nostro Coetus fidelium la grazia di assistere alla Santa Messa solenne “in terzo” nel giorno della Sua festa. Inizialmente, infatti, era prevista la sola Messa cantata, celebrata da Don Andrew Southwell; il giorno 18, però, due Sacerdoti di Roma appartenenti alla Fraternità Sacerdotale San Pietro (FSSP) , Don William Barker, vice-parroco della SS. Trinità dei Pellegrini, e Don Anthony, ci hanno comunicato la loro presenza a Napoli per la festa patronale e la loro disponibilità a servire da diacono e suddiacono!

La Messa, celebrata secondo il proprium dell’Arcidiocesi di Napoli,  è stata un’anticipazione del Paradiso; edificante era poi la totale ed armonica sincronia di movimento e la straordinaria preparazione liturgica dei tre Sacerdoti. Molto bella anche l’omelia, nella quale il Padre Southwell, dopo un breve excursus storico sulla figura ed il martirio di San Gennaro, ha parlato della necessità per i cristiani di oggi di “testimoniare”, se necessario anche fino al martirio di sangue, le verità della nostra Fede Cattolica in un mondo che si è ribellato a Dio e che promuove leggi anticristiane ed anticristiche volte a distruggere la famiglia e la legge divina e naturale.

Non possiamo che ringraziare la SS. Trinità, la Regina dei Martiri Maria SS.ma e San Gennaro per il grande dono che ci hanno concesso. Un ringraziamento doveroso va anche al caro amico Don Andrew Southwell, sempre disponibile ad accogliere i nostri inviti ad offrire il Santo Sacrificio della Messa a Napoli , a Don William e Don Anthony e ai Confratelli  dell’Arciconfraternita del Soccorso all’Arenella per la loro  amichevole ospitalità. Naturalmente, un pensiero grato e riconoscente va anche ai nostri ministranti, Giovanni e Raffaele, nonché a Fratello Tommaso, dei Chierici Regolari Teatini, sempre pronto ad aiutarci.

Ci auguriamo che S. Messe come quella di sabato scorso non costituiscano semplicemente eventi eccezionali o rari, da assumere a piccole dosi, ma possano presto diventare – nonostante le difficoltà che naturalmente non mancano mai – un appuntamento fisso e regolare, in modo che la gente possa conoscere ed amare la S. Messa nella forma più degna e solenne.

Approfitto dell’occasione, per comunicare alcune notizie importanti. Anzitutto, come è già stato ribadito, a partire da domenica 4 ottobre prossima la S. Messa domenicale in rito romano antico celebrata presso l’Arciconfraternita del Soccorso è anticipata stabilmente e definitivamente alle ore 18:00. Tale modifica dell’orario è dovuta alla assoluta necessità di permettere ai Sacerdoti nostri ospiti di non perdere l’ultimo treno per Roma. Inoltre, avremo ospite fisso una domenica al mese, a partire da Domenica 4 ottobre, l’amico Don Roberto Spataro SDB, Segretario del Pontificium Institutum Altioris Latinitatis  e della Pontificia Academia Latinitatis (seguirà avviso).

Buona visione del filmato! Seguiranno altre foto e altri filmati nei prossimi giorni.

S. Messa tridentina a Bacoli

IMG_1222

Parrocchia di S. Anna, Gesù e Maria a Bacoli (NA), Via Sant’Anna 1

Domenica 27 luglio 2014, ore 19:00

S. Messa in Rito Romano antico

a norma del motu proprio Summorum Pontificum di Benedetto XVI

Celebrante: Don Roberto Spataro SDB

segretario della Pontificia Academia Latinitatis

docente presso il Pontificium Insitutum Altioris Latinitatis (Università Salesiana)

Avvisi

Segnalo alcune importanti notizie:

1) A partire da sabato 3 maggio prossimo, ogni primo sabato del mese, alle ore 18:30, presso la Chiesa di S. Maria della Vittoria (piazza Vittoria 5 – Napoli), verrà celebrata la S. Messa in Rito Romano antico, altrimenti detta Messa tridentina o, più impropriamente, Messa in latino.

IMG_1886

2) Sabato 3 maggio prossimo, festa della traslazione delle Reliquie di S. Gennaro, Patrono di Napoli e della Campania, alle ore 17:00, avrà luogo la processione con le Ampolle contenenti il Sangue del Martire ed i busti di tutti i Compatroni di Napoli dalla Cattedrale fino alla Basilica di S. Chiara, dove l’Arcivescovo di Napoli, il Cardinale Crescenzio Sepe, offrirà il Santo Sacrificio della Messa nella forma ordinaria. Per la prima volta dopo molti anni, sfileranno in processione i busti dei Santi Teatini Gaetano e Andrea Avellino, cui particolarmente è dedicato il nostro Coetus fidelium «Sant’Andrea Avellino». Fino a sabato 10 maggio, durante cioè l’Ottava, sarà possibile venerare il Sangue di S. Gennaro tutti i giorni nella Cappella del Tesoro (all’interno del Duomo di Napoli), sia al mattino (dopo la S. Messa nella forma ordinaria delle 09:00, celebrata coram Deo) sia al pomeriggio (dalle 16:30 alle 18:15; ore 18:30 S. Messa in forma ordinaria celebrata coram Deo).

Ad maiorem Dei gloriam!