Liquefazione del Sangue di San Gennaro

IMG_0685

Oggi, 2 maggio 2015 è la festa della Traslazione delle Reliquie del Santo Martire Gennaro dall’Agro Marciano alla Catacombe di Capodimonte (oggi dette Catacombe di San Gennaro), avvenuta, secondo la Tradizione, nel IV secolo d. C.

Tale festa, di I classe con Ottava, viene celebrata ogni anno il sabato che precede la prima domenica di Maggio.

Alle ore 17:10 di oggi, sul Sagrato del Duomo, il Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo Metropolita di Napoli, ha dato l’annunzio dell’avvenuta liquefazione.

Da domattina fino a sabato prossimo, il reliquiario contenente le Ampolle del Sangue di San Gennaro sarà esposto alla venerazione e al bacio dei fedeli nella Cappella del Tesoro, nella Cattedrale di Napoli.

Sancta Trinitas laudetur

Quae Neapolim tuetur

Ianuarii Sanguine.

Sancta Trinitas laudetur Quae Neapolim tuetur Ianuarii Sanguine!

IMG_1886

Stamattina, intorno alle ore 10:00, in una Cattedrale di Napoli gremita di fedeli, S. Gennaro ha rinnovato il miracolo (perché tale è!!!) della liquefazione del Suo Sangue, già sparso al principio del secolo IV a Pozzuoli per testimoniare la fede in Gesù Cristo sotto la persecuzione dioclezianea.

Come cantano durante l’Ottava in onore del Santo le cosiddette “parenti” di S. Gennaro:

“E viva lu grande Iddio, Che a nuje lo destinò!”

Viva S. Gennaro!